Conte Bis e accoglienza, il sondaggio: più risentimento oggi che ai tempi di Salvini

0
106
Conte Bis: il sondaggio sull'accoglienza da ragione a Salvini
Conte Bis: più risentimento che con Salvini

Conte bis e sovranismo: meno risentimento ai tempi di Salvini

Pur etichettandolo sempre come sovranista numero uno, Matteo Salvini era riuscito ad infondere negli italiani un maggiore senso di sicurezza e tranquillità. Pare quindi che, paradossalmente nel Conte bis il risentimento è molto più radicato tra i nostri connazionali.

Quanti appena detto è emerso in una intervista a campione svolta appunto per capire l’approccio degli italiani alla questione. E così alla domanda: “Secondo alcuni osservatori in Italia c’è un problema relativo al sovranismo. Quanto si direbbe d’accordo?” le risposte hanno lasciato di stucco.

L’intervista agli italiani

Alla domanda suddetta, il 60% degli elettori ha dichiarato di essere molto d’accordo. I più preoccupati sono le nuove generazioni fino ai 29 anni (84%), seguiti da quelli di età compresa tra 30 e 44 anni (69%). Viceversa a mostrarsi molto scettici sono stati gli over 65 (solo il 48% vede un problema razzista nel Belpaese). Fin qui, possono sembrare dati irrilevanti. Eppure si ignora che rispetto ad un anno fa, quando al Governo c’era Salvini, la quota di italiani preoccupati per il sovranismo estremo è aumentata del 13%.

Episodi fuorvianti sulla politica salviniana

Matteo Salvini rimaneva costantemente sotto l’occhio del ciclone. I giornali, a partire da settembre 2018 rispettavano sempre uno scenario aberrante, in cui gli stranieri apparivano sempre vittime di sovranisti e italiani malinconici del secolo scorso.

Molti erano gli episodi registrati di aggressioni in strada, violenze, oscurantismi da ritorno a prima della seconda guerra mondiale. Fece tanto discutere anche l’aneddoto del lancio di uova contro l’atleta italiana Daisy Osakue. Si parlava giustamente di atto aberrante, ma si puntava ingiustamente il dito contro leghisti e le loro politiche. E invece a conti fatti, fautrice di quel gesto riprovevole era stata una banda di ragazzi tra cui il figlio di un esponente del Pd. Ecco, che non si capiva praticamente nulla, così la Demos&Pi fece un sondaggio simile a quello che abbiamo poc’anzi argomentato.

Se fino ad ora si pensava che gli italiani avessero dimenticato i problemi di gestione dei confini nazionali con la gestione del Conte Bis, in vero non è affatto così. Il grande paradosso, che sarà una logica soddisfazione per il leader della Lega, è che due anni fa solo il 47% degli intervistati si diceva preoccupato dal pericolo sovranista. Oggi a tremare sono invece molti più italiani.

Siete d’accordo con l’esito del sondaggio? Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere e, se volete seguirci, cliccate QUI e schiacciate la stellina per rimanere informati su VNL Magazine, app GRATUITA di Google News.