Giuseppe Conte, scenario agghiacciante. Porta in faccia dall’Europa, e adesso?

0
1921
Giuseppe Conte, Premier italiano
Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte
[themoneytizer id=”63978-1″]

 

Giuseppe Conte, l’Europa dice no

Quello che in questi mesi era stato richiesto dal Premier italiano Giuseppe Conte all’Europa è oramai tramontato. Il suo progetto del Recovery Fund ha avuto una brusca battuta d’arresto e per l’Italia si apre uno scenario davvero pericoloso. A creare questo ulteriore clima di incertezza ci ha pensato Ursula von der Leyen dopo le parole di Conte a villa Pamphilj

Ursula von der Leyen chiude le porte

[themoneytizer id=”63978-2″]

 

Tutte le promesse del premier Giuseppe Conte erano legate al Recovery Fund, fiore all’occhiello di un pensiero del Governo italiano durante il lockdown. Peccato che, dopo la vacanza a villa Pamphilj, le cose sono cambiate. Ursula von der Leyen si è subito irrigidita appena ha sentito la proposta di abbassare l’IVA in Italia.

L’unico progetto chiaro partorito dalla maggioranza è stato brutalmente stoppato dai commissari europei che hanno ricordato al Governo del nostro paese che i fondi Ue non possono essere utilizzati in questo modo. Il 15 ottobre, quando si presenterà a Bruxelles questa proposta arriverà quindi inevitabile un secco no. E saranno passati altri mesi importantissimi per la sopravvivenza di imprenditori, lavoratori e commercianti.

La copertina del Tempo

Immediata la reazione della carta stampata che ha commentato il grosso problema a cui l’Italia sta andando in contro. Il giornale Il Tempo, ad esempio, enfatizza il problema ed immagina la presidente della Commissione Europea intenta a fissare Giuseppe Conte. Il titolo, per noi italiani è agghiacciante: “Scordati i soldi delle tasse“. (Continua dopo la foto)

[themoneytizer id=”63978-4″]

 

Giuseppe Conte rischia grosso: Recovery Fund sempre più distante
Giuseppe Conte nei guai, il Recovery Fund sempre più lontano
[themoneytizer id=”63978-19″]

 

Se così fosse, tutte le parole fatte in questi mesi sarebbero state inutili. Il continuo malcontento, all’interno della maggioranza al Governo, ha creato fronti molto divisi. Il Recovery Fund era il progetto che in qualche modo legava Movimento 5 Stelle e PD.

Ora, se naufragasse, rimarrebbe solo la possibilità del Mes, demonizzata dai pentastellati e malvista dall’opposizione, con l’eccezione di Berlusconi e del suo Partito FI. Matteo Salvini più volte, insieme a Giorgia Meloni, hanno messo in guardia riguardo alle clausole ‘scritte in piccolo’ che rischiano di indebitare i nostri figli per anni.

Mentre Giuseppe Conte si affida all’Europa ed alle sue lente decisioni, il popolo italiano si sta rimboccando le maniche e, con molta fatica cerca di riemergere dalla crisi economica che, dalle ultime stime, brucerà centinaia di migliaia di posti di lavoro.

[themoneytizer id=”63978-28″]

 

Voi cosa ne pensate delle parole di Giuseppe Conte? Secondo voi come si risolverà la situazione? Fatecelo sapere e, se volete seguirci, cliccate QUI e schiacciate la stellina per rimanere informati su VNL Magazine, app GRATUITA di Google News.