Matteo Salvini contro Renzi a Non è l’Arena: “Non mi fa paura”

0
204
Matteo Salvini a Non è l'Arena parla del caso Open Arms
Matteo Salvini ospite di Massimo Giletti a Non è l'Arena

Matteo Salvini ospite a Non è L’ Arena chiarisce la sua posizione con Matteo Renzi

Che Matteo Salvini non le mandi certo a dire questo lo sappiamo. Non è dunque certo una sorpresa il fatto che abbia chiarito la sua posizione nei riguardi di Matteo Renzi, durante la sua ospitata nel programma Non è L’Arena di Massimo Giletti ieri sera su La7.

Aspre le parole contro Renzi

Il leader del Carroccio mette in chiaro subito le dicerie su un possibile accordo clandestino con il leader di Italia Viva. Ha smentito dunque queste voci di corridoio, anche a fronte della decisione del partito di Renzi di votare contro il leader della Lega in giunta Immunità al Senato sul caso della Open Arms e del processo per “sequestro di persona”.

L’ex ministro dell’Interno, ha detto la sua contro Renzi, durante il collegamento nel programma di Massimo Giletti. A parte l’abissale differenza di ideali politici, il leader del carroccio non si sente minacciato dalla possibilità di andare a processo nel caso il ‘rottamatore’ cambiasse le carte in tavola. Durante l’intervista infatti spiega che se tornasse indietro farebbe esattamente la stessa cosa per amore del suo paese. Non ha nessuna paura delle conseguenze sopratutto quando derivano dall’aver difeso degli italianicon ogni mezzo disponibile. Afferma che “Se volevo starmene tranquillo non avrei fatto quello che ho fatto sul fronte mafia e sbarchi clandestini. E poi ditemi… che reato è impedire la discesa di persone non regolari sul suolo italiano? Donne e bambini sono sempre stati ben accetti e sono stati subito curati. Per il resto delle persone a bordo si aspettava solo una decisione dell’Europa

Accenno anche al “Caso Bonafede”

Nella discussione, non è mancato il riferimento alla questione giustizia e alla posizione del ministro Alfonso Bonafede. Dati i suoi numerosi fallimenti, Salvino ritiene sia stato fuori luogo che il ministro della giustizia sia stato salvato dalla sfiducia proprio da tutti i renziani.

Già nei giorni scorsi, il leader della Lega aveva lamentato una situazione giudiziaria a dir poco fallimentare in Italia. Salvini aveva messo in dubbio infatti tutto ciò che concerne la giustizia, a seguito soprattutto dei casi che lo avevano riguardato. Ragione per cui, avuto il ganzo da Giletti, ha iniziato la sua contestazione alle vicende giudiziarie delle ultime settimane

E così, continuando a sfuriare contro la situazione creatasi, senza fare sconti, Salvini dice: “Renzi dice una cosa la domenica e fa l’opposto lunedì. Sono sicuro abbia salvato Bonafede solo per mantenere la poltrona”. Secondo il leader del Carroccio dunque gli eventi si commentano da soli, così come ai commentano da soli i vari comportamenti di maggioranza e opposizione.

Facci sapere la tua opinione e, se vuoi seguirci, clicca QUI e schiaccia la stellina per rimanere informati su VNL Magazine, app GRATUITA di Google News.