Si può guadagnare soldi veri con gli oggetti di un videogioco?

0
13
Come giocare con un videogioco guadagnando soldi veri
Giocare con un videogioco e guadagnare soldi veri

Oggetti virtuali dei videogiochi dal grande valore reale

Qualche volta viene naturale chiederselo: al di fuori del fatto che vi sono persone che guadagno cifre da capogiro semplicemente facendo una partita ad un videogioco, è possibile guadagnare qualcosa dagli oggetti rari che possiamo riscattare al suo interno? La risposta breve è: sì.

In ogni gioco c’è sempre un concetto del valore, anche quando questo non è direttamente dichiarato dalla casa che ha programmato il titolo. Spesso questi oggetti vengono calcolati nel loro valore in base al tempo impiegato per ottenerli o il livello di difficoltà (sia per l’abilità, che di fortuna). Certe volte, si va da piccoli valori di 100 euro fino a cifre da capogiro come 10.000 euro. Tutto per un oggetto che non esiste? Esatto, proprio così!

Animal Crossing: l’esempio perfetto

L’esempio più recente, e diciamolo anche con simpatia, è anche Animal Crossing: New Horizons. Il gioco ha di suo creato un mercato nero di persone che scambiano oggetti, ticket o anche abitanti – gli animaletti del titolo che vengono a visitare la nostra isola – per un certo prezzo. Normalmente, si parla sempre d’interscambio di oggetti, ma si arriva facilmente anche per pagare denaro reale.

Fortuna, abilità, o semplicemente popolarità di qualche oggetto o personaggio: al giorno d’oggi, qualsiasi cosa può essere utilizzato per batter cassa. Di certo i titoli più famosi che rientrano in questo genere sono i giochi di ruolo online, ma non mancano i mercati relativi a TF2 e CounterStrike Global Offensive. (continua dopo la foto)

Come guadagnare con Counter-Strike Global Offensive
Scena tratta dal videogioco Counter-Strike Global Offensive. Anche in questo caso si possono vendere oggetti pagando con soldi veri

Il loro famoso mercato dei cappelli, dei coltelli e delle Skins hanno creato non poche reazioni sulla rete in passato. E poi, abbiamo anche giochi che di suo hanno una valuta che può essere convertita in denaro reale, come Roblox, ma possiamo trovare anche esempi più arretrati come Second Life (il quale ancora permette limitatamente la sua conversione da Lindens a mezzi esterni).

Esiste davvero la possibilità di guadagnare da un videogioco?

Comunque, sì: i giochi possono essere una fonte di guadagno. Il trading, che sia o no approvato dalla casa di pubblicazione o sviluppatrice, è sempre disponibile per qualsiasi cosa. E se gli oggetti non possono essere trasferiti in qualche modo…s’è sempre la compravendita di account interi. L’importante è sempre, assolutamente sempre, fare attenzione ai truffatori. Mai ficcarsi in scambi rischiosi, specialmente in giochi che appunto non hanno un sistema di scambio con un certo metodo d’approvazione.

E voi ci avevate mai pensato? Siete riusciti a guadagnare con un videogioco? Fatecelo sapere cliccando QUI e schiacciando la stellina per rimanere informati su VNL Magazine, app di Google News.